Profumo di Francia

Chouquettes, per brindare ad un incontro!

Le Petit Nicolas usava l’espressione “Chouette!” per esprimere stupore e meraviglia di fronte a qualcosa di molto divertente. Le prime volte in cui ho sentito parlare delle chouquettes, il suono di questa parola mi ha subito fatto pensare a quel modo di dire. E le chouquettes, in effetti, sono davvero così, divertenti, semplici come i giochi dei bambini, immediate-se inizi a mangiarle non ti fermeresti più.
In ogni forno francese le trovi a tutte le ore del giorno, da comprare in piccoli sacchetti, da mangiare per strada con le dita che restano un po’ appiccicose di zucchero.

chouquette

In questi giorni, appena tornata da Parigi con gli occhi ancora pieni di bellezza, stavo pensando ad una ricetta che potesse essere riepilogativa di questo breve viaggio e del tempo piacevole passato insieme a Chiara, compagna di giornate parigine. Con molta naturalezza, mi sono venuti in mente questi piccoli bignè solo leggermente dolci, semplici e leggeri. E li uso come pretesto per brindare all’incontro con Chiara, a questo viaggio che ha alimentato di nuovo la mia voglia di partire e a tutti gli incontri che Parigi, sempre, mi regala.

Immagine 079

chouquette collage

Chouquettes

Print Recipe

Ingredients

  • 60 g di latte
  • 65 g di acqua
  • 50 g di burro
  • 5 g di zucchero
  • 3 g di sale
  • 75 g di farina
  • 2 uova medie
  • zucchero in granella

Instructions

1

In un tegame mettere l'acqua, il latte, il burro a cubetti, il sale e lo zucchero. Portare ad ebollizione e aggiungere la farina setacciata tutta in una volta, mescolando con energia.

2

Cuocere questo impasto (tecnicamente, il polentino) per un paio di minuti, fino a quando è compatto, uniforme ed inizia a sfrigolare ed attaccare leggermente sul fondo.

3

Versarlo in una ciotola ed aggiungere le uova, una alla volta.

4

Riempire una sac a poche munita di beccuccio liscio (misura 10 o 12) con l'impasto ottenuto e fare tanti bignè sulla teglia coperta dalla carta forno.

5

Cospargerli con lo zucchero in granella, muovendo la teglia per farlo aderire ai bignè.

6

Cuocere in forno già caldo a 210°C, fino a quando prendono un bel colore nocciola.

Newsletter

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply
    Gaia
    15 dicembre 2013 at 19:48

    Non vedo l’ora di ascoltare di persona i tuoi racconti parigini 🙂
    A prestissimo!
    Gaia

  • Reply
    Storia di un éclair
    24 aprile 2014 at 13:54

    […] parigino declinava le éclairs in tutte le possibili varianti. Così a novembre, in occasione di un breve viaggio a Parigi, una delle nuove voci della lista delle cose da vedere era proprio il colpo di genio di Christophe […]

  • Reply
    Un martedì insolito
    28 gennaio 2015 at 14:42

    […] la cena, proprio mentre tre bambini comprano la merenda, appena usciti da scuola. Un cartoccio di chouquettes…sarebbero state bene anche in accompagnamento al […]

  • Leave a Reply

    Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.