Un po' di morbidezza

Fragole consolatorie

fragole

Vi ricordate “Maledetta primavera”? Io la canticchio ogni anno per sdrammatizzare l’arrivo dei primi starnuti da allergia che segnano l’inizio della stagione. Stagione di fiori, germogli e giornate più lunghe, ma anche di stanchezza accumulata dall’inverno e voglia di rallentare. Cerco di vedere il bicchiere mezzo pieno e godermi ogni momento dell’anno, quindi giro con gli occhi ben aperti- ed il pacchetto di fazzoletti sempre a portata di mano- invidiando piccoli giardini e ringhiere ricoperte di rose in fiore, peonie che si decidono a sbocciare e verde di ogni sfumatura. Compro aromatiche per il mio piccolo balcone, reduce da un inverno di abbandono, in cui solo le cactacee hanno resistito con tenacia, e apprezzo le giornate azzurre e ventilate che solo la primavera sa offrire. Ma resto di indole autunnale, sarà perché la primavera mi mette già in guardia per il caldo che arriverà, o perché, a dispetto di quanto si dica, è il periodo dell’anno in cui le mie energie sembrano svanire e devo fare uno sforzo maggiore per recuperarle.
Da quando studio medicina tradizionale cinese, capisco di più e giustifico meglio questo torpore da risveglio, questo stropicciarmi gli occhi e faticare. L’energia deve riprendere a circolare e tutto ha i suoi tempi. Intanto, io comunque mi esercito alla pazienza e all’apprezzamento del lato positivo.
Le fragole, per esempio.

rotolo di primavera

Sembrano fatte apposta a consolarti, belle da vedere, profumate e colorate, ricche di vitamine e principi benefici, ideali per tirarsi su in questo periodo. Le aspetto sui banchi del mercato, ricercando sapori d’infanzia- i sorbetti di mia nonna- le mangio così come sono e le uso molto nei dolci, ma anche nelle insalate. Tutte le ricette, in questo periodo, si declinano in loro onore. Crostate, dolci al cucchiaio, crumble (magari in abbinamento con le mele, come nel primo post del blog) si colorano di rosso. Le fragole incontrano l’acidità dello yogurt, la golosità del cioccolato, il verde dei pistacchi, la freschezza del lime, si prestano ad esser cotte e trasformate in salse o lasciate a macerare con spezie ed erbe aromatiche per sposarsi semplicemente con un buon gelato alla crema.

Quest’anno, in contrasto con la mia scarsa passione per gli impasti a base di montate di uova, le ho inserite anche in un rotolo. L’idea è venuta fuori in un giorno di aprile, ad un corso. Il biscuit cosparso di granella di mandorle era stato molto apprezzato, da lì a vederne uno a base di pistacchio, il passo è stato breve. Ancora più rapido il pensiero di inserire fragole al suo interno (un abbinamento che avevo già sperimentato qui).
E nato così questo bûche printanièr consolatorio.

rotolo di primavera 2

rotolo di primavera 3

 

Bûche printanièr (rotolo di primavera)

Print Recipe

Ingredients

  • Per il biscuit al pistacchio
  • 200 g di uova a temperatura ambiente
  • 100 g di zucchero semolato
  • 80 g di farina di riso
  • un pizzico di sale
  • pasta di pistacchi
  • granella di pistacchi

  • Per il ripieno
  • Confettura di fragole
  • 400 g di ricotta vaccina
  • 100 g di panna da montare
  • 30 g di zucchero
  • i semi di 1/2 bacca di vaniglia
  • fragole
  • scorza di limone e arancia.

Instructions

1

Per il biscuit al pistacchio

2

Montare le uova con 1 cucchiaio di pasta di pistacchi e quando hanno preso volume, aggiungere poco alla volta lo zucchero. Continuare a montare fino a quando il composto è aumentato di volume, schiarito e "scrive".

3

Aggiungere la farina con un pizzico di sale, amalgamando in modo delicato per non smontare le uova.

4

Rivestire una teglia di circa 30x40 cm con carta forno e stenderci l'impasto, usando una spatola lunga per non smontarlo troppo.

5

Cospargere la superficie con granella di pistacchi.

6

Cuocere in forno già caldo a 210 gradi per 8-9 minuti.

7

Appena uscita dal forno, capovolgere la pasta biscuit su della carta forno bagnata e strizzata. Inumidire la carta forno della cottura per staccarla meglio e avvolgere il biscuit su se' stesso, lungo il lato maggiore, per farlo ben raffreddare mantenendo però la sua morbidezza.

8

Per il ripieno

9

Montare la panna con lo zucchero ed i semi di vaniglia ed aggiungerla delicatamente alla ricotta già lavorata con le fruste.

10

Tagliare le fragole a piccoli cubetti, condirli con le scorze e poco succo di arancia. Coprire e lasciar riposare in frigo.

11

Montaggio

12

Srotolare la pasta

13

Spalmare un velo di confettura di fragole e poi la crema di ricotta, lasciando un paio di cm liberi sui lati.

14

Scolare le fragole dal liquido e cospargerle sulla crema di ricotta, schiacciando leggermente.

15

Avvolgere con delicatezza il rotolo, chiuderlo nella pellicola e lasciarlo riposare almeno un'ora in frigo.

Notes

Servirlo dopo averlo decorato con fragole e cosparso leggermente di zucchero a velo.

cestino fragole

Newsletter

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.