Una fetta di torta

Una torta in vacanza

per post 4

 

Il caso ha voluto che a distanza di un solo giorno io mi sia trovata ad uno showcooking in cui si parlava di cucina con i fiori e ad impastare una torta Sacher. Il sabato ad Ortinfestival, la domenica mattina a preparare una torta di compleanno. Le due cose apparentemente non legate tra loro, si sono invece rivelate- insieme- fonte di ispirazione.

Mentre lavoravo il burro della torta e scioglievo il cioccolato, mentre già pensavo alla classica farcitura di confettura di albicocca (ed alla storica disputa tra Hotel Sacher e Demel per la ricetta originale), mi è tornato in mente un consiglio che il giorno prima Mariangela Susigan aveva dato: “la lavanda abbinatela alle albicocche, insieme stanno molto bene”.
Ho ripensato quindi ai miei esperimenti degli ultimi anni con la lavanda, sempre sul limite dell’aroma troppo intenso che da piacevole passa con un niente a quello di una saponetta. Ho ripensato ai frollini un po’ troppo forti ed alle meringhe che invece si erano sposate benissimo con i fiori senza esaltarne eccessivamente il profumo. E poi all’acquisto dell’olio essenziale ed ai primi usi, nelle madeleines, per esempio.

Ho pensato quindi di rivisitare la torta Sacher accogliendo il consiglio di abbinare le albicocche con la lavanda e immaginando che anche con il cioccolato fondente questo aroma potesse trovarsi in buon equilibrio. Ho aspettato un giorno non troppo caldo, con qualche ora a disposizione e con una cena tra amici in programma, la sera.
Poi ho ripreso la ricetta della Sacher ed ho modificato farcitura e glassa.

per post 1

 

Visto che è già stagione di buone e profumate albicocche, ho preparato una composta sul momento invece di usare la confettura e nella glassa, fatta semplicemente con una ganache di cioccolato fondente, ho aggiunto alcune gocce di olio essenziale di lavanda (in alternativa, se non lo trovate, lasciate in infusione nella panna-prima di usarla per la ganache-un cucchiaio scarso di fiori di lavanda).
Ne è venuto fuori un dolce che mette insieme un classico dell’amatissima pasticceria austriaca (come dimenticare le preziose scatoline di legno di Sacher e l’abbondanza barocca e di altri tempi di Demel?) con i profumi della Provenza.

Una torta al cioccolato che va in vacanza e si riempie di profumati fiori.

 

per post 2

 

per post 3

Torta al cioccolato, albicocche e lavanda

Print Recipe
Serves: 8-10

Ingredients

  • per la base:
  • 100 g di cioccolato fondente al 70%
  • 100 g di burro morbido
  • 100 g di zucchero semolato
  • 100 g di farina 0
  • 100 g di uova
  • un pizzico di sale
  • per la glassa:
  • 100 g di panna fresca
  • 100 g di cioccolato fondente al 70%
  • 3 gocce di olio essenziale di lavanda
  • per la composta:
  • 250 g di albicocche mature
  • 80 g di zucchero semolato

Instructions

1

per la base:

2

Far sciogliere a bagnomaria il cioccolato. Lavorare con le fruste il burro in crema, a lungo, aggiungendo prima lo zucchero (lasciandone da parte due cucchiai) poi i tuorli. Montare gli albumi con i due cucchiai di zucchero e aggiungerli, alternandoli alla farina setacciata e mescolata con il sale, all'impasto di burro. Rivestire di carta forno una teglia di 18-20 cm di diametro e versarci l'impasto. Cuocere in forno già caldo a 180 gradi.

3

per la composta:

4

Preparare la composta facendo cuocere le albicocche tagliate a fette con lo zucchero per circa 5 minuti (devono essere morbide ma non perdere troppo il colore o disfarsi totalmente). Con un colino separare la composta dallo sciroppo che si sarà formato.

5

Far raffreddare bene la torta, dividerla in due orizzontalmente e spennellarla con lo sciroppo. Coprire con la composta di albicocche e richiudere. Spennellare anche la parte superiore con lo sciroppo.

6

per la glassa:

7

Portare quasi ad ebollizione la panna, aggiungere l'olio essenziale di lavanda, e versarla sul cioccolato spezzettato. Mescolare fino a completo scioglimento e versare nel centro della torta fino a ricoprirla.

8

Decorare con fettine di albicocche fresche e fiori di lavanda.

Newsletter

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply
    Angela
    14 luglio 2014 at 09:49

    Direi proprio un bell’abbinamento, le albicocche con la lavanda e un modo di ingentilire con un tocco francese un’austera torta viennese. Anche a me le albicocche con la lavanda mi piacciono proprio ed infatti le ho messe insieme con un pugno di petali di rosa nella confettura che ho preparato due settimane fa.

  • Reply
    Gaia
    14 luglio 2014 at 19:00

    che idea fantastica quella di lasciare le albicocche della composta a pezzi grossi. mi sembra di sentirne il profumo!

  • Reply
    La Dolce Peonia
    14 luglio 2014 at 19:58

    @Gaia, il profumo della frutta cotta che cosa fantastica è?!
    @Angela, è la stagione delle confetture e tutti gli abbinamenti sono da provare..brava!

  • Leave a Reply

    Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.